ITA ∼  ENG

Storia

La storia di Avia è una storia di incontri. Quello tra Piero Palladino e Antonio Viana, nel 1975, e quello, poco più tardi, tra l'estro di Viana e il genio di Alberto Lattuada, che darà il via a una fortunata collaborazione durata sino agli anni Novanta.

Di fronte ai cambiamenti del mercato, Palladino – già titolare di Martex, attiva da tempo nel settore dei classici pettinati – intuisce la necessità di differenziare il target con un'azienda orientata all'alto di gamma e alla ricerca di soluzioni originali per la produzione di filati fantasia con tecnologia cardata.

Da qui, il connubio con la mente creativa di Viana e la nascita, il 1 luglio 1975, di Avia.

Poco dopo, l'incontro con Lattuada. Chiamata a partecipare – nel settembre del 1976 – al comitato di organizzazione della prima edizione di Pitti Filati, Avia entra in contatto con l'illustratore-stilista milanese, con il quale inizia a collaborare:
per più di quindici anni, lo stile, la fantasia e il tratto di Lattuada hanno trovato espressione in due collezioni annuali realizzate con i filati creati da Viana per Avia e presentate a Firenze in occasione delle sfilate di Pitti.

Nel corso degli anni Novanta, al seguito di cambiamenti intervenuti a modificare gli assetti proprietari, il marchio Avia viene rilevato interamente dalla famiglia Palladino, che, oggi come allora, lo porta avanti con estrema attenzione alla ricerca, all'innovazione e alla qualità del proprio prodotto.